Quando la realtà supera le tue aspettative.

Prima di trasfermi in USA, quando pensavo all’America pensavo alle cose che tutti pensano. America uguale New York, uguale California, uguale Miami, uguale tutto enorme, uguale tutti grassi.

Quando però si pensa a qualcosa che non si conosce uno ha delle idee generali.  In linea di massima è così ma ovviamente ci sono tanti particolari, tanti modus vivendi, tante eccezioni che si possono apprezzare e conoscere solo varcando l’Oceano e toccando tutto con mano.

Tra qualche giorno festeggiamo un anno e mezzo di States *.* e chi segue il mio blog sa bene che le idee generali rispecchiano la realtà e in questo lungo, incredibile percorso le soprese e i – Wow! Ma quindi è davvero così! – sono stati tantissimi!  E dopo tutto questo tempo devo dire che sento che, nonostante tutte le scoperte,  gli USA non hanno ancora finito di sorprenderci e di regalarci emozioni ed esperienze uniche.

Pensavo in questi giorni a cose che abbiamo vissuto e che, a differenza di New York, Florida e tantissimo altro io non avevo mai neanche preso in considerazione di poter vivere. Cose che tu dici…. Maaaaaaaaaaah!

Questo e altri post saranno dedicati ad alcune di quelle. 🙂 Alle cose che ho incredibilmente visto ma che nella mia mente neanche erano contemplate.

1 – Il riformatorio del film “Le ali della libertà”.

Conoscete tutti il film, vero?

…Era una mattina di luglio dello scorso anno, quando il turbinio americano ci “guardava” ma ancora non ci avvolgeva completamente. Cercando su Internet “Cosa vedere in Ohio”………….. (e già lì…) Antonio ha trovato questa meta turistica a Mansfield (40 minuti da Columbus). Ora, vivevamo qui da poco, ma avevamo già capito che le mete sperdute nel Midwest che loro tanto declamano con tour, cartelli e quant’altro non avevano niente a che vedere con le aspettative che nutrivamo, quindi siamo partiti un po’ così…

– Vediamo cosa ha di così incredibile questo posto!

Niente. Il riformatorio di “The shawshank redemption” (titolo originale, impronunciabile) è, per chi come noi ha visto decine di volte il film, una vera magia. Una sorta di Alcatraz, una location da film ma purtroppo reale, che ti si presenta davanti svuotata ma riccamente e drammaticamente affascinante.

 

Sale abbandonate, celle piccole e in rovina, mobili distrutti, libri sparsi, ingialliti, rovinati. Inferriate consumate dal tempo, un silenzio assordante. Mura che sembrano raccontare le conversazioni di 50 anni addietro, una luce prorompente che invade quella grandezza. Il riformatorio è questo e molto altro. Chiuso una ventina di anni fa, credo non sia stato un caso che il suo fascino abbia colpito il regista del noto film.

Ovviamente tra una cella vera e l’altra, attraversando stretti cancelli e percorrendo corridoi decadenti si possono ammirare tutte le location del film: le stanze, l’ufficio, la famosa scritta sul muro “Brooks was here, so was Red“. E tu cammini in questo posto vero, reale ma che è stato trasposto in finzione. E hai un senso di smarrimento, di suggestione che si conclude quando vedi “LUI”.. il tunnel che il direttore del Riformatorio trova scavato nella cella alla fine del film. (Spero abbiate visto il film, altrimenti vi ho rovinato il tutto!)

Ecco, quel tunnel che io ho visto tantissime volte in TV, che tutte le volte che guardo il film mi fa esclamare … – No!!!! Ti sta proprio bene, brutto infame! –  era davanti ai miei occhi.

13879300_10209801127053349_2949443623004917520_n

E non c’è “Wow” o aspettativa che tenga. Sono quelle cose che non avresti mai pensato di vedere. E che invece hai visto… In Ohio, una domenica mattina in cui non ti aspettavi nulla di che.

L’America è così.

Ti aspetti grandi cose e dici ….. Maaaah!

Non ti aspetti nulla e ti ritrovi a dire… Ammazza!

Ti aspetti grandissime cose e dici…. Wowwwww!

Insomma ce n’è per tutti i gusti. 😀

 

Tutte (quasi tutte) le foto che ho scattato quel giorno sono nella sezione “American Postcards” – OHIO.

Alla prossima! 😉

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...