Una bici…per provare a sentirsi a casa!

Quando arrivi in una città che gli Americani considerano piccola e gli italiani abbastanza grande…avverti le prime differenze sui metri di paragone che contraddistinguono le due culture.

In America, anche se Columbus è piccola, è inimmaginabile non avere una macchina.

Anche le 17enni hanno una macchina. E non una Smart o una 500. Hanno delle macchine che, se non sono lunghissime, sono altissime e viceversa. Sembrano delle caricature all’interno di quei mezzi, ma mi sono accorta di essere l’unica ad avere questa impressione.

Io ho la patente da molti anni. Per darvi un’idea, è scaduta e l’ho già rinnovata (non proferiamo parola a riguardo…). A Firenze, Lucca, Pisa non ho mai avuto la necessità impellente di acquistare una Car e tanto meno una Super Car. La bici è stato il mio principale mezzo di trasporto sia per andare a lavorare sia per uscire a fare una passeggiata.

Come scrive Severgnini nel suo libro “Un italiano in America” gli italiani adorano fare passeggiate in centro. Ma, come vi accennavo anche io nel precedente articolo, in America mancano due cose fondamentali per fare questo: il passeggio e il centro!

Io non demordo e per questo dopo 10 giorni di permanenza ho comprato la mia SuperBike americana e provo a fare i miei giri in “centro” senza dare tanto nell’occhio. Al parco, al lago o al supermercato. Almeno, visto che non guido una macchina, posso mentire sui miei 30 anni!

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...